Ultima modifica: 24 dicembre 2017

Identificazione informatica

Visto il d.lgs. 82/05, artt. 63-64, è stabilito che l’utilizzo delle credenziali costituite da nome-utente + password rappresenta la modalità di identificazione informatica che consente l’accesso ai servizi erogati in rete e che le istanze e dichiarazioni presentate tramite questa modalità sono valide a norma di legge.

Le credenziali di accesso ai servizi di rete sono fornite a cura della scuola al personale della scuola, secondo i seguenti previlegi:

  • docenti: accesso al registro elettronico, alla rete didattica e alle singole postazioni informatiche;
  • impiegati amministrativi: accesso alle postazioni negli uffici, alla rete amministrativa, al Sidi;
  • assistenti tecnici: accesso alla rete didattica e al registro elettronico;
  • collaboratori scolastici: accesso al registro elettronico.

Le credenziali sono fornite personalmente a chi ne è titolare o da esso delegato. Chi le riceve è tenuto alla modifica immediata della password, che deve avere requisiti minimi di sicurezza, essere conservata in modo sicuro e non comunicata a alcuno.
Gli impiegati amministrativi devono modificare la password di accesso alle postazioni il primo lunedì di ogni trimestre a partire da settembre e consegnarla alla Dirigente Scolastica in busta chiusa, datata e siglata sul sigillo, per consentire l’accesso ai pc in caso di assenza del dipendente.

L’accesso con le proprie credenziali  a qualunque informazione/documento diffusi a mezzo registro elettronico (comunicazioni della dirigenza, avvisi di variazione oraria delle classi, pagelle, calendari…) costituisce dichiarazione di presa visione del contenuto.

Ogni azione effettuata sul registro elettronico accedendo con le proprie credenziali (compilazione campi, caricamento di file, apposizione di  spunte ecc.) è ascrivibile al titolare delle medesime per quanto attiene il profilo di responsabilità e l’azione compiuta si intende firmata elettronicamente.